SEZIONE H

H 278 ZOOTECNIA E ALLEVAMENTO ANIMALE - AVICOLI lo sviluppo del blastoderma si arresta in attesa di proseguire in incubatrice (incubazione artificiale) o sotto la chioccia (incubazione naturale). L embrione si sviluppa sulla superficie del tuorlo e si formano gli annessi embrionali costituiti dal sacco vitellino, dall amnios e dall allantoide. Il sacco vitellino circonda il tuorlo ed è provvisto di una ricca rete vascolare che convoglia le sostanze nutritive del tuorlo all embrione. L amnios è circondato dall albume, avvolge l embrione come un sacco e contiene il liquido amniotico. L allantoide è riccamente irrorata di sangue e funziona sia come organo della respirazione fino al 20° giorno di sviluppo, quando ha inizio la respirazione polmonare, sia come deposito dei prodotti del catabolismo renale. Attorno al 4-5° giorno si abbozzano gli arti e dall 8° compaiono le piume e inizia la calcificazione dello scheletro che si completerà al 15° giorno. Al 16° giorno tutto l albume è stato consumato e rimane solo un residuo del tuorlo che viene riassorbito tra il 19° e il 20° giorno. Tra il 17° e il 20° giorno il pulcino acquisisce la posizione definitiva, il capo è nascosto sotto l ala destra e rivolto verso il polo ottuso dell uovo, le zampe sono aderenti al corpo e la regione plantare è accollata alla membrana testacea. Al 20° giorno il becco fora la camera d aria e inizia la respirazione polmonare. Al 21° giorno il pulcino, grazie al minuscolo dente corneo formatosi all apice superiore del becco, incide il guscio e lentamente fuoriesce (Fig. 9.17). I momenti critici dello sviluppo embrionale sono due: tra il 3° e il 5° giorno di incubazione, quando inizia la circolazione sanguigna e cambia l alimentazione (si passa da un alimentazione a base di carboidrati a un alimentazione a base di proteine e grassi), e tra il 18° e il 20° giorno quando inizia la respirazione polmonare. FIG. 9.17 Sviluppo embrionale del pulcino. H09_Avicoltura.indd 278 5/30/18 12:03 PM

SEZIONE H
SEZIONE H
ZOOTECNIA E ALLEVAMENTO ANIMALE
I contenuti afferenti alla Zootecnia, e agli allevamenti in generale, si compongono di diverse parti, fra loro complementari, e il cui studio dovrebbe seguire un ordine cronologico. Posta a priori la conoscenza dei principali elementi di anatomia e fisiologia animale, di cui in questa Sezione del Manuale dell’Agronomo abbiamo previsto un semplice schema iniziale e riepilogativo, le diverse parti che compongono la struttura dei contenuti sono definite nel seguente percorso.La Zoognostica, che attraverso la valutazione morfo-funzionale individua i soggetti più adatti alle svariate funzioni richieste (una fra tutte, la riproduzione finalizzata al miglioramento della razza).La Genetica e il Miglioramento genetico (trattati unitamente alla Genetica agraria nella Sezione B di questo Manuale) forniscono gli elementi per conoscere e valorizzare il comportamento ereditario dei caratteri.L’alimentazione e la nutrizione circoscrivono le informazioni necessarie a definire e predisporre una corretta razione alimentare.La Zootecnia speciale definisce infine i mezzi per ottimizzare le produzioni con idonee tecniche di allevamento per ciascuna specie animale considerata.Inoltre, ostetricia e ginecologia, malattie e profilassi veterinaria, identificazione e benessere animale definiscono e completano l’ambito operativo dell’intero comparto.Oltre all’allevamento delle specie di maggiore interesse e diffusione (bovini, suini, equidi, ovicaprini, avicunicoli), sono esposte le tecniche di acquacoltura, per i pesci di maggior interesse, e l’allevamento di svariate specie minori e alternative (struzzo, selvaggina, ungulati). Sono proposte in questa Sezione anche le tecniche di apicoltura, bachicoltura ed elicicoltura.Nel testo, sono numerosi anche i riferimenti trasversali e i rimandi ad altre Sezioni (es. Costruzioni rurali, ecc.), per una visione più ampia e completa degli argomenti esposti.Coordinamento di SezioneAdalberto FalaschiniRealizzazione e collaborazioniMaurizio Bianchi, Claudio Cavani, Stefania Dall’Olio, Claudio De Fanti, Giorgio Della Vedova, Jorgelina Di Pasquale, Michele Drigo, Adalberto Falaschini, Achille Franchini, Franco Frilli, Adele Meluzzi, Attilio Mordenti, Oliviero Mordenti, Federico Morimando, Paolo Parisini, Daniela Pasotto, Mario Pietrobelli, Marco Ragni, Federico Sirri, Maria Federica Trombetta, Domenico Ugulini, Arcangelo Vincenti