SEZIONE L

9 9 9 9 0 0 0 0 0 0 1 2 2 2 3 3 3 4 4 4 4 4 5 5 5 5 5 5 6 6 6 INDICE - VERSIONE DIGITALE 3.9 Macchine per la raccolta della patata 3.13 Macchine per i trasporti 616 3.9.1 Agevolatrici scavapatate 617 3.9.2 Scavapatate complete con cernita a bordo 617 3.9.3 Scavapatate complete senza cernita a bordo 617 3.10 Macchine per la raccolta del pomodoro 617 3.10.1 Raccoglitrici con cernita manuale a bordo 618 3.10.2 Raccoglitrici semoventi con cernita automatica a bordo 618 3.11 Macchine per la raccolta dei prodotti orticoli 619 Agevolatrici aspecifiche 619 Raccoglitrici di cipolle 619 Raccoglitrici di aglio 619 Raccoglitrici di carote 620 Raccoglitrici di insalate, radicchi, cavoli 620 3.11.6 Raccoglitrici di spinaci 620 3.11.1 3.11.2 3.11.3 3.11.4 3.11.5 3.12 Macchine per la raccolta delle produzioni arboree 620 3.12.1 Vendemmiatrici a scuotimento orizzontale per vigneti a controspalliera 622 3.12.2 Vendemmiatrici a scuotimento verticale per vigneti a cortina doppia (GDC) o semplice 623 3.12.3 Vendemmiatrici con vibratori a pettine o aspi per tendone 623 3.12.4 Carri raccolta-frutta 623 3.12.5 Spazzolatrici andanatrici per raccolta frutti a terra (da cascola naturale o scuotimento) 624 3.12.6 Raccattatrici di frutti a terra 624 3.12.7 Aspiratrici di frutti a terra (turboraccoglitrici) 624 3.12.8 Pulitrici-cernitrici per raccolta frutti a terra 624 3.12.9 Agevolatori vibranti per distacco di frutti pendenti (brucatori o bacchiatori o pettini vibranti) 624 3.12.10 Testate pettinatrici per frutti pendenti 624 3.12.11 Scuotitrici per frutti pendenti 625 3.12.12 Intercettatori a bobina per frutti pendenti 625 3.12.13 Scuotitrici-intercettatrici a ombrello per frutti pendenti 625 L01_FisicaApplicata.indd 11 L 4bis 625 3.13.1 Descrizione delle macchine 626 3.14 Automazione e management informatizzato per la 627 meccanizzazione agricola 3.14.1 Automazione 627 3.14.2 Il management informatizzato 628 3.14.3 CAN-ISOBUS 628 3.14.4 GNSS (Global Navigation Satellite Systems) e DGNSS (Differential GNSS) 631 3.14.5 Meccanizzazione di precisione 634 3.14.6 Agricoltura di precisione con gestione sito-specifica degli appezzamenti 636 4. Macchine e impianti per l alimentazione zootecnica 638 640 Sistemi di trasporto mobili 641 Sistemi di trasporto fissi 643 Trasportatori meccanici 643 Trasportatori a nastro 643 Trasportatori a catene 643 Trasportatori a coclea 643 Trasportatori a tazze (norie) 644 Trasportatori a spirale flessibile 644 Trasportatori a fune e dischi 644 Trasportatori a catena piatta 645 Trasportatori pneumatici 645 4.1 Sistemi di trasporto 4.1.1 4.1.2 4.2 4.2.1 4.2.2 4.2.3 4.2.4 4.2.5 4.2.6 4.2.7 4.3 4.4 Preparazione degli alimenti e misura degli ingredienti 646 4.5 Mangimifici aziendali 647 4.6 Distribuzione degli alimenti ai suini 652 4.7 Distribuzione degli alimenti agli avicoli 657 L 4.4.1 Misurazioni volumetriche 646 4.4.2 Misurazioni gravimetriche 646 4.5.1 Tipologie impiantistiche 647 4.5.2 Attrezzature 648 4.6.1 Alimentazione dei suini all ingrasso 653 4.6.2 Alimentazione delle scrofe 656 4.7.1 Tipologie impiantistiche 657 4.8 Distribuzione degli alimenti concentrati ai bovini 659 4.8.1 Bovini da latte 660 4.8.2 Bovini all ingrasso 662 4.8.3 Distribuzione di alimenti liquidi ai vitelli 663 6/14/18 4:56 PM

SEZIONE L
SEZIONE L
GENIO RURALE E MECCANIZZAZIONE...
L’Ingegneria agraria comprende tutte quelle discipline – scientifiche e tecniche – inerenti le opere di ingegneria applicata allo sviluppo dei sistemi agricoli e forestali, e le relative applicazioni, di principi e leggi, ai processi di gestione dei fenomeni territoriali e al governo delle tecnologie e tecniche applicate; ciò al fine di studiare, modellare e valorizzare i sistemi biologici per uno sviluppo sostenibile dell’agricoltura, della produzione alimentare, dell’uso del suolo e dell’ambiente.Fra i vari settori applicativi dell’ingegneria agraria e dei biosistemi vi sono le aree che convergono nelle denominazioni di Genio rurale e Meccanizzazione agraria; in particolare, quei settori che si concentrano sulle discipline relative al campo ingegneristico dei sistemi agrari, forestali e biologici, dell’Idraulica agraria, del Rilievo e rappresentazione del territorio, delle Costruzioni rurali e della Meccanica agraria.Questa Sezione L del Manuale dell’Agronomo è stata opportunamente organizzata per corrispondere al meglio a tutte le esigenze dei contenuti circoscritti nell’ambito sopra descritto.A cominciare dai richiami di Fisica applicata e in stretto parallelismo con gli aspetti normativi, di sicurezza e benessere, si passano in rassegna i vari ambiti operativi:– idraulica, idrologia, sistemazione dei corsi d’acqua, senza tralasciare gli aspetti della gestione delle risorse idriche, dell’ingegneria naturalistica e della tutela ambientale;– geodesia, topografia e cartografia, geomatica, telerilevamento e sistemi informativi territoriali orientati all’analisi, gestione e tutela, di territorio, paesaggio e ambiente;– controllo ambientale, energetica, progettualità e gestione di strutture e attrezzature di edifici, opifici rurali e relativa impiantistica;– meccanica, motoristica, macchine e meccanizzazione agricola, con relative applicazioni gestionali e informatiche.Tutto questo insieme di conoscenze validamente e trasversalmente integrate nei due contesti, sia di Sezione così come dell’intero Manuale, contribuisce a finalizzare concretamente la professione del tecnico operante nei vari ambiti del sistema agrorurale.Coordinamento di SezionePierluigi BonfantiRealizzazione e collaborazioniMatteo Barbari, Pierluigi Bonfanti, Federico Cazorzi, Roberto Chiambrando, Alessandro Chiumenti, Roberto Chiumenti, Francesco Da Borso, Pasquale Dal Sasso, Giancarlo Dalla Fontana, Vito Ferro, Rino Gubiani, Adolfo Gusman, Massimo Lazzari, Fabrizio Mazzetto, Elisabetta Peccol, Pietro Piccarolo, Franco Sangiorgi, Giacomo Scarascia Mugnozza, Paolo Zappavigna